Per ordini telefonici
inviare una e-mail a:
ordini@afandi.it

REUPLUS

REUPLUS gocce è un probiotico in formulazione liquida da 5 ml, che contiene la sola specie Lactobacillus Reuteri SGL 01(collezione europea IDA number DSMZ 25441), ad una concentrazione di 1 miliardo/5 gocce.

MODALITÀ D’USO:
5 gocce al giorno indipendentemente dai pasti, da assumere direttamente in bocca o miscelate con acqua, bevande fredde o latte a temperatura inferiore a 35℃.

INDICAZIONI:
Favorisce l’equilibrio della flora batterica intestinale in caso di:
– colica del lattante
– gastroenterite
– terapia antibiotica

INGREDIENTI:
Fermenti lattici di cui:
Lactobacillus Reuteri SGL 01 nella quantità di 1 miliardo su 5 gocce di prodotto

CONSERVAZIONE:
Dopo l’apertura conservare in frigorifero a +4℃
Non Congelare
Agitare bene prima dell’uso.

DA OGGI CON NUOVO SISTEMA DI GOCCIOLAMENTO, PIU’ EFFICACE E PRECISO

REUPLUS gocce è un prodotto senza glutine.

CARATTERISTICHE DEL LACTOBACILLUS REUTERI DIMOSTRATE IN LETTERATURA:
Il Lactobacillus Reuteri è l’unica specie di Lattobacilli presente naturalmente lungo tutto l’apparato gastrointestinale umano, soprattutto in neonati e bambini sani, inoltre è stato isolato nel latte materno, caratteristica che ne sottolinea la sicurezza e l’importanza. I probiotici assunti per via orale devono superare l’ambiente acido dello stomaco e l’effetto emulsionante degli acidi biliari nel duodeno e insediarsi nell’intestino umano. Numerosi studi hanno dimostrato che non solo resiste a questi ambienti, ma risulta capace di colonizzare l’epitelio gastrico e intestinale meglio di qualunque altra specie di lattobacilli. Le ultime evidenze scientifiche non fanno altro che confermare le proprietà uniche di sicurezza ed efficacia del Lactobacillus reuteri. Solo alcuni ceppi della specie vengono considerati probiotici. Per poter essere definito tale un probiotico deve soddisfare alcuni requisiti fondamentali, come riportato nelle linee guida sui probiotici del Ministero della Salute:

Ministero della Salute

DIPARTIMENTO SANITÀ PUBBLICA VETERINARIA, SICUREZZA ALIMENTARE E ORGANI COLLEGIALI PER LA TUTELA DELLA SALUTE
DIREZIONE GENERALE IGIENE E SICUREZZA DEGLI ALIMENTI E DELLA NUTRIZIONE UFFICIO IV EX DGSAN

LINEE GUIDA SU PROBIOTICI E PREBIOTICI

Revisione maggio 2013
“… solo prodotti conformi alle presenti linee guida per il loro contenuto di probiotici o prebiotici, risultando plausibilmente in grado di favorire l’equilibrio della flora batterica intestinale alle condizioni stabilite, possano indicare in etichetta tale effetto ed impiegare termini che lo sottendono come “probiotico” e “prebiotico”.

1. PROBIOTICI
Indicazioni per l’uso negli alimenti e negli integratori alimentari di microrganismi probiotici (batteri e/o lieviti), tradizionalmente utilizzati per l’equilibrio della flora intestinale
1.1. Caratteristiche dei microrganismi che possono essere utilizzati negli alimenti e negli integratori alimentari
I microrganismi che possono essere impiegati negli alimenti e negli integratori alimentari devono soddisfare i seguenti requisiti:
a) essere usati tradizionalmente per integrare la microflora (microbiota) intestinale dell’uomo.
b) essere considerati sicuri per l’impiego nell’essere umano. A questo scopo, un utile riferimento è rappresentato dai criteri definiti dall’EFSA sullo status di “QPS” (“Presunzione Qualificata di Sicurezza”). In ogni caso, oltre agli eventuali ulteriori parametri che l’EFSA considererà opportuno introdurre, i microrganismi usati per la produzione di alimenti non devono essere portatori di antibiotico-resistenza acquisita e/o trasmissibile.
c) essere attivi a livello intestinale in quantità tale da moltiplicarsi nell’intestino (vedi sezione “Quantità di microrganismi”).
1.2 Identificazione della specie e del ceppo
L’accertamento della posizione tassonomica è volto a garantire la sicurezza del microorganismo usato perché consente di riconoscere la specie batterica con una lunga storia di consumo sicuro.
…Per denominare la specie occorre utilizzare la nomenclatura tassonomica riconosciuta dalla International Union of Microbiological.
È inoltre raccomandato il deposito dei ceppi nelle Collezioni Internazionali che posseggano lo status di IDA (collezioni internazionali di ceppi batterici).
1.3 Quantità di microrganismi
Sulla base delle evidenze scientifiche disponibili, la quantità minima sufficiente per ottenere una temporanea colonizzazione dell’intestino da parte di un ceppo di fermento lattico è di almeno 109 cellule vive per ceppo e per giorno. La porzione di prodotto raccomandata per il consumo giornaliero deve, quindi, contenere una quantità pari a 109 di cellule vive per almeno uno dei ceppi presenti nel prodotto.

Per quanto riguarda il REUPLUS gocce, la specie contenuta, il Lactobacillus Reuteri SGL 01 presenta tutti i requisiti necessari ad essere definito come tale, e di seguito vengono riportati alcuni dati riguardanti le performance e le proprietà del ceppo in questione:
a) Tolleranza ai sali di NaCl:
SGL 01 ha una buona tolleranza alla alle alte concentrazioni di sale. La sua sopravvivenza è garantita fino alle concentrazioni di 10% di NaCl nel mezzo di coltura.
b) Tolleranza a pH acido:
SGL 01 ha una normale tolleranza al pH acido. Il ceppo cresce normalmente fino al pH di 3, mentre a valori inferiori la sopravvivenza non è garantita.
c) Tolleranza alle condizioni gastriche: SGL 01 ha una buona tolleranza alle condizioni gastriche. La sopravvivenza rimane buona dopo 1 e 4 ore di incubazione in presenza di pancreatina e dopo 1,5 ore e 2 di incubazione in presenza di pepsina. Queste osservazioni evidenziano la capacità di SGL 01 di raggiungere l’intestino in forma vitale ed esplicare le proprie funzioni.
d) Tolleranza ai Sali biliari:
SGL 01 ha una buona sopravvivenza in presenza di sali biliari dopo 24 ore di incubazione. Queste osservazioni evidenziano la capacità di SGL 01 di raggiungere l’intestino dove la concentrazione è di circa 0,3% e di propagare in condizioni fisiologiche.
e) Adesione alla mucosa intestinale:
Il test di adesione è stato realizzato su cellule della linea di HT29. La quantità di cellule batteriche che hanno aderito sono state quantificate mediante Real Time PCR (Candela M, 2005, Res Microbiol, 156:887-895).
Il risultato è stato di 37 cellule di SGL 01 per ogni cellula di HT29, ed il ceppo può considerarsi adesivo (valore di riferimento adesione Salmonella 6.77E+5/100 cellule di HT29 e 157 di E. coli B44/100 cellule di HT29).

QPS list dell’EFSA:
Lactobacillus reuteri è stato inserito nella lista tassonomica delle specie che hanno acquisito lo stato QPS:
[Introduction of a Qualified Presumption of Safety (QPS) approach for assessment of selected microorganisms referred to EFSA1; Opinion of the Scientific Committee; (Question No EFSA-Q-2005-293; Adopted on 19 November 2007]

Esperienze di mercato:
Il Lactobacillus Reuteri SGL01 è disponibile commercialmente dal 2011 e ad oggi non sono stati evidenziati casi di rischi per la salute umana.

BSE/TSE
SGL 01 è prodotto partendo da soggetti sani e senza l’utilizzo di materie prime potenzialmente contaminate con BSE/TSE.

O.G.M.
SGL 01 non è un organismo geneticamente modificato così come non lo sono le materie prime utilizzate.

IRRADIAZIONE
Tale prodotto non è soggetto a radiazioni ionizzanti.

DIOSSINE
Questo prodotto e le sue materie prime rispettano i limiti (Reg. CE 1881/2006).

Studi effettuati sul Lactobacillus Reuteri ATCC 55730:
SICUREZZA:
Numerosi studi clinici dimostrano che una somministrazione di Lactobacillus Reuteri in neonati e bambini fino a concentrazioni di 10 miliardi risulta sicura, e non sono mai stati riportati casi di batteremie o effetti collaterali collegati a questo lattobacillo, riscontrate invece per altre specie di lattobacilli.

EFFICACIA:
1. Gastroenteriti: Le gastroenteriti acute sono definite come un decremento della consistenza delle feci ed un incremento della frequenza delle evacuazioni, con o senza febbre e vomito. In genere la diarrea non supera i sette giorni, e la causa più frequente risulta essere il Rotavirus. Il Lactobacillus Reuteri è uno strumento efficace da utilizzare accanto alla terapia di reidratazione(soluzioni gluco-saline). Studi clinici sottolineano l’efficacia del Lactobacillus reuteri già dal secondo giorno di trattamento, con solo il 26% di pazienti trattati che mostravano ancora diarrea, contro l’81% dei non trattati. Oltre ad un efficacia anche nel ridurre pazienti con vomito, e la frequenza delle evacuazioni.

2. Terapia antibiotica: La diarrea associata agli antibiotici può avere un’incidenza che arriva fino al 40% nei bambini. La somministrazione di Lactobacillus Reuteri, dato il suo profilo di sicurezza e antibiotico-resistenza, ne fanno un candidato ideale per la prevenzione della diarrea associata agli antibiotici e per il ripristino di una corretta e funzionale flora microbica intestinale.

3. Coliche del lattante: Le coliche infantili sono uno dei più comuni problemi nei primi tre mesi di vita e possono interessare fino al 30% dei neonati. Sono caratterizzate da pianto inconsolabile senza un’apparente causa. Nonostante gli studi le cause restano non completamente chiarite, ma un ruolo importante è sicuramente quello della flora microbica intestinale. Infatti i lattanti che manifestano coliche hanno un numero inferiore di lattobacilli nell’intestino, e una maggiore rappresentanza di batteri anaerobi. A questo scopo il Lactobacillus reuteri risulta essere il candidato ideale per il ripristino di una corretta microflora intestinale con lo scopo di ridurre le coliche nei neonati. Ipotesi confermata da numerosi studi, che riportano una riduzione del tempo di pianto del 74% dopo la somministrazione di L.reuteri, contro la riduzione del 26% nel caso di somministrazione di simeticone.

Seguendo queste ultime evidenze scientifiche e le linee guida ministeriali REUPLUS gocce è formulato con una concentrazione dieci volte superiore di Lactobacillus reuteri per dose rispetto ai concorrenti, ad un prezzo in linea con questi prodotti.

Il prodotto REUPLUS gocce è realizzato interamente in Italia

REUPLUS gocce è venduto in farmacia, parafarmacia o nei negozi specializzati, e come il farmaco, se non immediatamente disponibile potrà esserlo, su richiesta, nell’arco di qualche ora. Non richiede ricetta medica.